Breaking

QUALCOSA DI ME STESSA E UN GRANDE GRAZIE A LORO

Editoriali / Videoeditoriali / 9 novembre 2014

 

Troppo spesso crediamo di fare dei gesti che ci rendono “grandi”, “buoni” o che semplicemente ci alleggeriscono la coscienza.

Ci sono dei momenti in cui ti rendi conto che quelle azioni che hai sempre fatto, anche istintivamente, non sono solo il frutto della tua educazione ma di un’esperienza umana che ti forma nel tempo e che condiziona i tuoi gesti, i tuoi movimenti sulla terra.

Comprendi, se sei fortunato e se hai l’umiltà di farlo, che questo avviene solo grazie all’ascolto.

Ascoltare significa incontrare.

Il mio passaggio nel mondo dello showbiz è stato breve ma intenso. La visibilità che la tv mi ha dato, seppur in maniera piccola rispetto alle vere star, mi ha permesso di avvicinarmi a diversi ambiti che non avrei mai avuto la possibilità nemmeno di osservare da lontano; di conoscere e frequentare persone nuove approfondendo in pochissimo tempo un rapporto che al contrario avrebbe richiesto l’impiego di mesi o anni. La conduzione di un evento, l’intervista, la presentazione di una convention, una serata d’intrattenimento, un concerto…questo è il mio lavoro o meglio, una parte del mio lavoro ed è ogni volta una meravigliosa esperienza, impegnativa e gratificante!

Tra gli incontri più’ significativi della mia vita -almeno sino ad oggi- vi è indubbiamente quello avvenuto anni fa con un’associazione. Una vera “Famiglia allargata”, come mi piace raccontarli!   Loro sono l’Associazione Giovani Diabetici Lecchesi e ciò che li unisce è la volontà, il desiderio grande, di rendere la vita dei loro figli migliore! Bhe, scontato direte voi! Quale genitore non vuole questo per il proprio figlio?!

Certo, scontato dico anch’io, ma per nulla semplice per chi si scontra e in alcuni casi sin dai primissimi mesi di vita della propria creatura, con una patologia che si chiama Diabete.

Il diabete è la malattia metabolica più diffusa tra bambini ed adolescenti: colpisce, infatti, circa 20.000 giovani nel nostro paese. La causa scatenante del diabete giovanile è, come per il diabete in età adulta, la mancanza o scarsità di insulina (per approfondimenti relativi la patologia troverai dei link a fine post)

Questi genitori si danno i turni di notte per controllare il valore degli zuccheri nel sangue del proprio bimbo, per somministrare una dose di insulina o semplicemente per accertarsi che il loro sonno sia tranquillo… Le giornate, soprattutto agli esordi della malattia, sono scandite dall’urgenza di curare e, a volte, salvare la vita del proprio figlioletto. Comprendere cos’è questa patologia e capire come affrontarla nel quotidiano e porre le basi per un futuro sereno, per il bambino e per la famiglia.

Guardo queste Famiglie con tanta ammirazione, augurandomi di essere capace di assistere sempre con la stessa cura e dedizione la crescita della mia Vittoria Amelia e non solo di educarla ad avere rispetto per se stessa ma anche per il bene comune che si chiama Famiglia e di riflesso Comunità, per costruire non solo per se ma per un domani comune e migliore.

Spero di non avervi rubato troppo tempo con questo mio post del lunedì ma non sono riuscita a non condividere con Voi questa mia preziosa esperienza!

Buon inizio settimana

un abbraccio stretto 😉

Irene

http://www.agdlecco.com/

NB:

Grazie a tutti Voi, ma proprio Tutti!

Grazie per ciò che instancabilmente continuate a organizzare per far conoscere questa patologia e per far crescere i Vostri ragazzi insieme, facendo capire da subito che non sono soli e, soprattutto, che il gruppo, con sani principi e valori, fa e da forza!

Buon ventesimo compleanno e… ad maiora semper!

Vi voglio bene!

 

 

 

 

Comments

comments


Tag:, , , , , , ,




Previous Post

La forza interiore per urlare al mondo: "Hey ci sono anche Io!"

Next Post

La misura.





You might also like


More Story

La forza interiore per urlare al mondo: "Hey ci sono anche Io!"

Dopo "Once", "The Rafters" e molti altri, il regista irlandese John Carney esce con il suo settimo film "Tutto può cambiare"...

3 November 2014