Breaking

Rapaci

Editoriali / Sguardi / 20 settembre 2014

 

 

Alle volte mi vedo come una bambola di legno, non percepisco nessuna sensazione dentro di me.

Devo dimostrare chi sono far sgorgare quel nettare caldo per deliziare il tuo palato.  Si scende in battaglia in un corpo a corpo, arrivando a definire questo amore.  Abbiamo raggiunto la vetta, non possiamo piú tornare indietro esiste solo quel breve vuoto tra di noi, Mano nella mano in bilico manteniamo questo precario equilibrio insegnandoci l´un l´altro a volare.

Sfamandoci in questa danza vorticosa di corpi affiatati e vogliosi. Come rapaci ci facciamo avvicinare solo da chi ci infonde fiducia, che sa aspettare e ascoltare i silenzi della notte.

Io saró sempre un rapace, non si placherà mai in me la fiamma e queste mie pagine si tingeranno del mio essere incidendo pensieri sulla mia pelle con linfa vitale e velenosa.

 

 

Piper per toutcourt.org

Comments

comments


Tag:, , , , , , , ,




Previous Post

E adesso? La pubblicità!

Next Post

Noi tre insieme





You might also like


More Story

E adesso? La pubblicità!

  Sono le 9 di mattina. È bel tempo, fresco, azzurro e con un po’ di vento, che alleggerisce già l’idea...

20 September 2014